Reviews

——Diluvio reviews——

rece sdm

Storia della Musica

Un diluvio fitto, prolungato, che gronda, inzuppa, non può lasciare indifferenti.

rece rockitRockit

.. insinuarsi nel nostro tempo premendo il tasto pausa.

rece koma

Komakino Zine

Un passo avanti quasi deflagrante

postrocknl recePostrocker_NL

I like the dreamy shoegaze atmosphere without losing their postrock roots.

postrockstar recePost Rock Star

The deeply layered textures are full of emotion, each instrument has a purpose for its placement and the whole album feels full of life.

acidi viola rece

Acidi Viola

“un album che sa stupirvi, cullarvi e meravigliarvi”

breakfast jumpers rece

The Breakfast Jumpers

“una potenza espressiva che drizza i peli delle braccia”.

In Your Eyes Zine

“un disco evocativo e coinvolgente”

Corriere Mercantile, 08.10.2012

“Continua sulla strade delle suite elettriche e ricche di atmosfera che hanno segnato il loro percorso musicale”.

Osservatori Esterni

“35 minuti di colata incandescendente”.

Shiver Webzine

“cinque brani infettati dai germi di creature mastodontiche”

.

——Pequod reviews ——

Beautiful Freaks n.37

“Onirico”

.

Repubblica [10/04/2009]

“il post rock firmato Dresda: la malinconia va al potere”

.

Sentire Ascoltare n.54 [Aprile]

“una scrittura che fa della lentezza un marchio di fabbrica e dell’intensità una questione di vita o di morte”

Post Rock Community

“five impressive post-rock tracks, awakening emotions and passion”

Crumbs in the Butter

“They are not afraid to keep the listener guessing”

The Sirens Sound

“..an extraordinary mass of sounds covering the minimal genre with a combination of dark emotional riffs..”

Italian Embassy

“Dresda, vento, sturm und drang”

Audiodrome

chitarre dolenti, come il trascinarsi di una vita in una città di cattedrali in rovina”

Losing Today

“convince sotto l’aspetto dell’esecuzione, e per forza dell’impatto, anche emotivo”

Rocklab

“procede a basso regime, spesso e volentieri colpendo alla pancia”

Nerds Attack!

“difficile riaversi da questa catarsi dell’anima e dei sensi”

SeMiScrivi

“sturmundrang sordo ed umorale”

Genovatune

“una malinconia palpabile pervade tutto”

Sound Magazine

“La musica dei Dresda è adatta a far da colonna sonora di un film, poichè sembra una successione di fermo-immagini in bianco e nero”

Music Club

“..il disco si conclude con un pezzo della lunghezza quasi Sunn O))) per dare una rivangata finale alle macerie del rock..”

Rock Shock

“..se il cinema è l’arte di evocare fantasmi, Pequod ne risalta l’inconsistenza, anche so con classe”

Extra! Music Magazine

“..essenziali, poco dispersivi, passionali e precisi, silenziosi ed esplicativi, musica forte e leggera, profonda ed estroversa. Ottima.”


“We Are The Superfunkers!” Reviews


Sentire Ascoltare [n.52 pag.103]

“Più che post rock, malinconie strumentali concepite per pellicole struggenti”

Nerds Attack

Rocklab

Genovatune

Live Reports


Critical Wine [14/11/2008]

Notabene Live [14/12/2007]

Festival delle Periferie [14/06/2007]

Other Stuff About Us

Genovatune [Intervista, Apr 2009]

Emptv Blog [Intervista, Mar 2009]

Emptv Blog [Speciale periferie]

Nightmist

Umanuvem

The breakfast jumpers

Post Rock?

%d bloggers like this: